7 dicembre 2018 | PRATO (FI) | Vai e muovi la vita attraverso il tuo Nome

Nessuna cosa, più della luce, richiama la natura del bene. In primo luogo, perché fra le cose sensibili la luce appare la più pura ed elevata. In secondo luogo, perché si propaga istantaneamente e largamente, più facilmente di ogni altra cosa. In terzo luogo, perché si fa incontro alle cose senza recar danno, e tutte le penetra con levità e dolcezza.

In quarto luogo, perché porta con sé un calore vitale, che nutre, genera e muove. In quinto luogo, perché mentre è presente presso e dentro ogni cosa, da nulla è contaminata, e a nulla si mescola. In modo simile, il bene in sé è al disopra dell’intero ordine delle cose, si diffonde largamente, tutto accarezza e attira a sé. ~Marsilio Ficino, In che modo la luce del Sole sia simile al bene in sé, ossia a Dio, Libro del Sole (apologia del sole e della luce)

venerdi 7 dicembre – ore 21:15 
c/o Eterea – Via Roma, 317/Q PRATO